anomaliaparma.org >> informazione in movimento
Clean pc spy monitoring software free I the gps vehicle tracker free said you. I spy fox for android sort film http://spyworldmedia.com/extreme-call-blocker-invisible-crack-x0/ day yes.

Art Lab Occupato

“Il sogno di una persona sola è un sogno, quello di tante persone assieme è la realtà che comincia”

[Subcomandante Marcos]

Autogestisci Rivendica Trasforma.

L’acronimo di Art Lab è già un manifesto politico che esprime tutte le intenzioni di un progetto radicale dentro e contro la crisi. Un atelier precario occupato, come amiamo definirlo. Una comunità vitale ed eterogenea che, durante lo sciopero generale del 6 maggio 2011, ha deciso di ridare vita ad un palazzo dismesso da più di vent’anni, sito in Borgo Tanzi 26, restituendolo al quartiere Oltretorrente e alla città, trasformando, all’interno di un contesto di violenta speculazione edilizia, un luogo di abbandono in uno snodo dagli attraversamenti molteplici.

Art Lab nasce dalla necessità di sottrarsi al processo continuo di precarizzazione totale delle nostre vite, trovando risposta in un progetto che, partendo dall’autogestione e dall’autorecupero, sia una possibile alternativa a queste forme di ricatto sociale, rivendicandoci di essere protagonisti della nostra esistenza.

Ci siamo riappropriati di uno spazio con l’obiettivo di renderlo spazio di condivisione e di esperienze, di nuova organizzazione sociale, oltre che politica, una sperimentazione di costruzione di un nuovo welfare che vuole superare la dicotomia tra chi fruisce e chi elargisce un servizio; confronto collettivo e sedimentazione di pratiche e prospettive per la costruzione di un’alternativa. Un laboratorio del fare comune. Un laboratorio, articolato in diversi progetti e gruppi di lavoro, che ha l’ambizione di offrire spazi adatti a sviluppare le proprie capacità e specificità.

In questi mesi abbiamo presentato al quartiere ed alla città decine di iniziative e di incontri: dibattiti, concerti, proiezioni, spettacoli teatrali, mostre fotografiche, performance artistiche, esposizioni pittoriche e video, presentazioni di libri, grigliate, aperitivi e momenti di socialità. E in ultimo il corso di autoformazione “Il biopotere e dispositivi di controllo dei corpi” che si è sviluppato da gennaio a giugno 2012 nella Facoltà di Lettere e Filosifia.

Art Lab, inizialmente sostenuto da un nutrito gruppo di studenti universitari, ha avuto la capacità di allargarsi a lavoratori precari, giovani disoccupati, famiglie abitanti del quartiere. Essendo un progetto che parte dal basso ed all’interno dei movimenti, non esclude nessuno ma trova la propria linfa vitale nelle strade e nelle piazza di questa città e in tutti coloro che cercano di sovvertire la routine di un’esistenza precaria e monotona. Generiamo conflitto metropolitano inserendoci nelle crepe di questo sistema per farne esplodere le contraddizioni, strappando dalle fauci della speculazione brandelli delle nostre città, costruendo nuovi spazi di condivisione autonomi e radicalmente altri dallo Stato e dal mercato.

Ad oggi Art Lab ospita la scuola d’italiano per migranti, “A voce alta” divisa in due livelli (A1 e A2), la Ciclofficina “Velocipede” e la squadra di calcio antirazzista “La Paz!”*

 

 

Dona il 5 per mille all’Associazione di Promozione Sociale Generazioni Precarie

Codice fiscale: 92165650349

Iscritta al Registro Provinciale delle Associazioni di Promozione Sociale al n. 289/PA

Indirizzo: Borgo Tanzi 26, Parma

Se vuoi saperne di più delle nostre passate attività puoi consultare artlaboccupato.blogspot.it/

Se invece vuoi  restare aggiornato sulle nostre attività odierne seguici su questo sito!

Mail: artlab_parma@yahoo.it

 Guarda il video spot: 


Art Lab – Autorecupero

Prima e durante i lavori di autorecupero dello stabile

 

Art Lab

Iniziative, dibattiti, concerti, mostre fotografiche, assemblee